Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento

PER GLI PSICOLOGI > ECM > Riconoscimento ECM per l'attività di TUTOR

Riconoscimento crediti ECM per attività di tutor

Come stabilito dalla Commissione Provinciale per la Formazione Continua nelle sedute del 28 ottobre 2008 e 26 febbraio 2009, anche presso l’Ordine degli Psicologi della provincia di Trento è possibile presentare richiesta per ottenere il riconoscimento dell’attività di tutor ai fini del conseguimento di crediti formativi ECM.

A seguito dei chiarimenti richiesti, il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi dispone che il riconoscimento sia riferito ad attività svolte a partire dal 24.11.2005 nell’ambito di:

  • tirocini obbligatori previsti per l’ammissione all’esame di Stato (ovvero per il conseguimento dell’abilitazione alla professione di psicologo)
  • tirocini obbligatori previsti all’interno di Scuole di specializzazione.

Ai tutor sono riconosciuti i crediti ECM nella misura massima della metà dei crediti previsti per l’anno di riferimento. Le modalità per il riconoscimento dei crediti formativi sono state stabilite con Determinazione della CNFC del 29 marzo 2007.

Per esempio: per l’anno 2012 è prevista l’acquisizione di un totale di 50 crediti ECM; per l’attività di tutoraggio saranno riconosciuti al massimo 25 crediti, per un periodo di impegno pari o superiore ai 6 mesi, ma è previsto anche il riconoscimento per periodi inferiori a mesi 6.

L’Ordine si farà carico della registrazione e dell’aggiornamento dei crediti ottenuti per l’attività di tutor. Per procedere alla registrazione sulla piattaforma ECM provinciale, è necessario presentare una domanda che contenga anche una dichiarazione dell’Ente (Azienda Sanitaria o altro Ente) che attesti la durata del periodo di tirocinio e un sintetico progetto del tirocinio stesso.

Per ottenere il riconoscimento occorre presentare domanda all’Ordine degli Psicologi scaricando il modulo da noi predisposto (MODULO CERTIFICAZIONE attività di tutor).

Il progetto deve contenere i seguenti dati:

  • avere un titolo  
  • specificare la tipologia del tirocinio: conseguimento abilitazione oppure scuola di specializzazione
  • specificare l’anno di riferimento e il numero dei tirocinanti coinvolti
  • riportare il nome del professionista psicologo che svolge la funzione di tutor
  • contenere una breve descrizione dell’attività di tirocinio effettuata (obiettivi, metodi, verifica)

L’Ordine si riserva ogni eventuale verifica del contenuto delle autocertificazioni presentate dagli iscritti, sulla base della corrispondenza con l’elenco delle sedi accreditate, dei relativi referenti forniti dall’Università o Ente ospitante e Scuole di Specializzazione di Psicoterapia, e periodi di frequenza dichiarati fra gli enti interessati.