Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento

PER GLI PSICOLOGI > Eventi e Formazione

EVENTI E FORMAZIONE

eventi e formazione

Psicologia Clinica Forense.
L’audizione del minore vittima di abuso e maltrattamento

Trento, 5 e 6 ottobre 2018
Palazzo della Regione - Sala Rosa

Lo psicologo ha un ruolo fondamentale nella rilevazione di un abuso sessuale e/o maltrattamento a carico di un soggetto minore. Le vittime spesso hanno difficoltà a tradurre in parole quanto loro accaduto, oltre che per l’età, anche perché costrette dall’abusante, in alcuni casi, a mantenere il segreto.
Per questo motivo è fondamentale cogliere e accogliere i messaggi del minore, garantendogli un adeguato spazio di ascolto.
Il tema del Seminario formativo è stato scelto per sottolineare l’importanza e la delicatezza del ruolo dello psicologo nel momento in cui è chiamato ad accompagnare la vittima a testimoniare dinanzi all’Autorità Giudiziaria.
Il Seminario sarà costituito da una parte teorica ed espositiva, ma anche di una corposa parte pratica, nella quale si cercherà di fornire ai partecipanti strumenti concreti e di favorire il confronto fra le diverse esperienze. Si lavorerà in sottogruppi per favorire l’emergere di dubbi, interrogativi e perplessità, ma anche di possibili soluzioni e accorgimenti.

Docente

  • Carmelo Dambone, psicologo psicoterapeuta, professore a contratto presso l’Università IULM di Milano e docente di Psicologia Clinica Forense presso diverse scuole di specializzazione in psicoterapia. E' fondatore e Presidente della Società Italiana di Psicologia Clinica Forense.

Scarica il programma e il modulo di iscrizione

Iscrizioni entro il 21 settembre 2018

Il Corso è riservato agli Psicologi iscritti all’Ordine di Trento (max 50 partecipanti)
che debbono essere in regola col pagamento delle quote di iscrizione

 

 

Pensare la differenza:
l’incontro con il migrante nei contesti istituzionali tra alterità e riconoscimento

Trento, 19 e 20 ottobre 2018
Villa S. Ignazio

 

Presentazione 

L’etnopsichiatria è un campo di saperi e di pratiche per definizione controverso sin dalle sue origini. Le nozioni di cultura, identità culturale, appartenenza, sono spesso state manipolate e fraintese, e anche all'interno dell'etnopsichiatria della migrazione e più in generale della cura dei migranti oggi i conflitti non sono meno numerosi.
Come pensare in modo appropriato la "differenza culturale"? Come interrogarsi su idiomi della sofferenza e interpretazioni della malattia inconsueti per i nostri modelli diagnostici? Quale criterio di efficacia invocare nella cura degli immigrati? Come pensare il rapporto tra pratiche culturali e rapporti di forza? Queste sono alcune delle domande al cuore del dibattito contemporaneo, che si arricchiscono di ulteriore complessità quando l’incontro con l’Altro si produce dentro particolari contesti di valutazione e/o limitazione, quali quelli che vengono definiti dalle procedure giudiziarie.
Obiettivo generale del percorso è quello di fornire ai partecipanti strumenti e conoscenze utili a collocare l’emergere della complessità evocata nei percorsi di valutazione disposti dall’Autorità Giudiziaria, con particolare riferimento alle procedure di limitazione della Responsabilità Genitoriale ed a quelle che richiedono un approfondimento della personalità del soggetto.

Docente

Roberto Bertolino, psicologo psicoterapeuta del Centro Frantz Fanon di Torino, servizio di counselling, psicoterapia e sostegno psico-sociale per i migranti e le loro famiglie. Ha svolto attività di consulente presso l’ufficio minori stranieri del comune di Trono e ha operato in diversi progetti volti a promuovere l’inclusione degli alunni stranieri nel contesto scolastico, oltre a lavorare a lungo all’interno dell’Istituto Penale Minorile “Ferrante Aporti" di Torino. Attualmente lavora come giudice onorario presso il tribunale per i minorenni del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Scarica il programma e il modulo di iscrizione

Iscrizioni entro il 5 ottobre 2018

Il Corso è riservato agli Psicologi iscritti all’Ordine di Trento (max 50 partecipanti)
che debbono essere in regola col pagamento delle quote di iscrizione

3° Giornata Nazionale della psico-oncologia,

“Il tempo delle attese in oncologia”

organizzato da SIPO Veneto-Trentino Alto Adige e in collaborazione con l'Ordine degli Psicologi del Veneto,l'Ordine degli Psicologi della provincia di Trento e l'Ordine degli Psicologi della povincia di Bolzano

28 settembre 2018

presso il Centro Culturale San Gaetano di Padova - via Altinate 54

 

Info e iscrizioni

 

Gravidanza, parto e prima infanzia.
Il legame di attaccamento

AIES - Associazione per l’Informazione
e l’Educazione Socio - Affettivo - Sessuale - Trento

Villa Sant'Ignazio - 6 ottobre 2018

Il tema che proponiamo “Il Legame di Attaccamento / La Relazione” è il principio ispiratore dell’AIES - come da Statuto - ed è sempre stato alla base dell’attività di informazione/formazione sia nei convegni nazionali, sia nei corsi di formazione per Operatori dell’area psicologica e socio-sanitaria.
Quest’anno abbiamo pensato di andare all’origine del Legame, alla costruzione dei Legami a partire
dalla Gravidanza. Periodo in cui la coppia è chiamata a costruire una culla psichica per poter accogliere il proprio piccolo/a.
Le ricerche in questo campo, ci dicono che nel momento della nascita e fin dai primi mesi di vita del neonato, avvengono dei processi profondi nel rapporto con la madre e con le persone che se ne
prendono cura. Certamente non è possibile non comunicare.
Ma non è per nulla scontato che il Legame - la Relazione si stabilisca in modo favorevole ad uno sviluppo armonico e felice.
I nostri Docenti ci parleranno di:
• Costruzione del Legame;
• necessaria Protezione e Cura;
• Distruzione e possibile Riparazione dei Legami
di attaccamento / Relazioni.

Scarica la locandina con il programma completo e le indicazioni per l'iscrizione.

LE NUOVE FRAGILITÀ: modelli innovativi di presa in cura
OSPEDALE SAN PANCRAZIO
Arco (TN) Via Damiano Chiesa, 2

13 ottobre 2018

Negli ultimi anni, si è assistito ad un’enorme diffusione delle dipendenze
comportamentali: normali attività come navigare in internet, i videogiochi, lo sport,
il gioco, possono diventare oggetto di dipendenza, andando a compromettere il
funzionamento della persona sul piano emotivo, relazionale, cognitivo e anche
economico.
La problematica ha caratteristiche trasversali a livello sociale, culturale e
generazionale. Appare necessario promuovere una riflessione sull’evoluzione delle
fragilità multiple e sullo sviluppo delle strategie di presa in cura globale, che
necessitano continua innovazione, lavoro multidisciplinare e forte intesa tra i servizi
del territorio e le famiglie.
Il convegno si propone di offrire una rappresentazione complessiva della attuale
scena dei consumi di sostanze, delle dipendenze patologiche, con i relativi
cambiamenti intervenuti nell’ultimo decennio.
Le sessioni scientifiche mirano a creare un background teorico sulle dipendenze
“vecchie e nuove” e sulla multidimensionalità del disagio.
Ulteriore fonte di arricchimento per i partecipanti saranno le sessioni pratiche
pomeridiane, che mirano a condividere strumenti e tecniche efficaci per la presa in
carico delle persone con fragilità multiple: il training autogeno, la musicoterapia e i
Club Ecologici Familiari.

Scarica la locandina con il programma completo e le info sull'iscrizione

Il link diretto per l'iscrizione online al convegno è il seguente: https://sstefano.it/convegno-fragilità

I teatri del tradimento. Dai modelli alla clinica
Incontro con Vittorio Cigoli

AIES - Associazione per l’Informazione e l’Educazione Socio - Affettivo - Sessuale - Trento

Villa Sant'Ignazio 9-10 novembre 2018 

Il Relatore porrà a confronto tra loro vari modelli di psicoterapia di coppia a partire dal tradimento. Il tema verrà affrontato nella sua forma di attacco al legame, i cui scopi, così come i significati, possono essere molteplici.
L’intervento clinico in tali situazioni relazionali è ritenuto come particolarmente problematico.
Verranno presentati:
- Il modello di J. Gottman, Il modello di D. Snyder,
- il modello di P. Ringstrom, il modello di V. Cigoli
Il Relatore porterà i corsisti a discutere sui vari modelli e delineare così l’efficacia dell’intervento clinico. Si potrà scoprire ciò che accomuna i terapeuti e la loro lunga esperienza e quanto li differenzia.
Verrà presentato e discusso con i partecipanti un caso clinico, utile a trattare la tecnica di lavoro.

Scarica la locandina con il programma e le info per l'iscrizione.